News
Nati per leggere - Sabato 13 settembre la giornata dei bambini
immagine Nati per leggere

Piazza dei Consoli - Ore 10.00 Accoglienza, Punto d’Informazione, accompagnatori a cura
dell’Associazione “Il Sorriso” e della Croce Rossa Italiana.

Chiostro del Museo Regionale della Ceramica
Dalle ore 10.00 alle 12.00 Laboratori aperti

Dalle ore 10.00 L’ora delle storie...
Via Pinturicchio - Ore 10.00 - 10.30 / 10.45 - 11.15 / 11.30 - 12.00
Letture ad alta voce svolte dalle lettrici volontarie Claudia Manca, Emanuela Buconi e Giulia
Castellani.

Giardini Milziade Magnini - Ore 10.00 - 10.30 / 10.45 - 11.15 / 11.30 - 12.00
Kamishibai “Fantastiche storie al Kamishibai” a cura di Maria Rita Boccanera e Alberto Romizi al
pianoforte.

Ore 10.30 - 10.45 / 11.15 - 11.30
Università della Terza Età di Deruta “Letture con i nonni”
Pomeriggio

Ore 15.45 - Casa della Cultura e dell’Associazionismo-Centro di documentazione della
cultura e della memoria locale.
Presentazione del Progetto “Nati per Leggere”.
Saluti: Michele Toniaccini Assessore alla Cultura del Comune di Deruta
Relatori:
• Dott. Gennaro Troianello Coordinatore Equipe Pediatrica nell’area Coordinamento Scientifico
Regionale NPL.
• Dott. Stefano Lentini Direttore Distretto Media Valle del Tevere
Conclusioni: Alvaro Verbena Sindaco di Deruta

Piazza Marconi-Ore 16.30 Esibizione del Piccolo Coro dei Girasuoni a cura del Mo. Mauro Branda.

Dalle ore 16.00 alle 18.00 - Chiostro del Museo Regionale della Ceramica
Laboratori aperti
Dalle ore 16.45 L’Ora del teatro...
Piazza Marconi. Giardini Milziade Magnini - Ore 16.45
“Tutti i bambini sono buoni. Cotti bene!” Favole di paura di e con Mirko Revoyera.

Via Pinturicchio - Ore 16.45
“Semi di teatro”. Fiabe in musica. A cura di Isola di Confine - Giulia Castellani-Valerio Apice.
Via Pinturicchio. Ristorante Taverna del Gusto - Ore 17.30
È ora di merenda...Pane e olio per tutti!

Dalle ore 18.00 Esibizione “Il quartetto giovane della Banda Musicale Città di Deruta”.
Animazione

Venerdì 29 Inaugurazione

Venerdì 29 Agosto

Ore 17.00 Apertura Laboratori Ceramici presso Botteghe Artigiane e Largo San Francesco.

Ore 17.30 Saluto del Sindaco alle autorità presenti presso la Sala Consiliare del Comune di Deruta.
Piazza dei Consoli.
Inaugurazione Festival della Ceramica e della Cultura Magia di un’Arte 2014, accompagnata dalla Banda Musicale Città di Deruta alla presenza delle Autorità italiane presso il Parlamento Europeo e delle Autorità della Regione Umbria.

Ore 18.00 Museo Regionale della Ceramica:
Inaugurazione della Mostra ‘‘Museo Regionale della Ceramica di Deruta. Presentazione della Collezione privata di Paola Magnini".
• Chiostro del Museo Regionale della Ceramica:
- Inaugurazione mostra “Anima e materia” di Paolo Ballerani.
A seguire:
• Casa della Cultura e dell’Associazionismo:
“Centro di documentazione della cultura e della memoria locale”
- Inaugurazione “Biblioteca Specialistica della Ceramica”
- Inaugurazione Biblioteca “Nati per Leggere”
- Mostra Fotografica “Obiettivo Ceramica” a cura di Italo Margaritelli.
• Visita alla Fondazione Ceramica contemporanea d’Autore Alviero Moretti.

Ore 20.00 Cocktail inaugurale.

Ore 21.00 Chiostro del Museo Regionale della Ceramica.
Concerto inaugurale Hands united in Peace.
Concerto per la Pace a cura del Coro “Girolamo Diruta”.

Laboratori ceramici
immagine Laboratori ceramici

Deruta, nelle botteghe artigiane e in Largo S. Francesco
da venerdì 29 al 31 agosto
dalle ore 11.00

Al via l'Edizione 2014 - dal 29 agosto al 13 settembre
immagine Al via l'Edizione 2014

Scopri il programma della manifestazione dettagliato nella sezione "Programma".

Inaugurazione Deruta Magia di un'arte 2013 - 30 Agosto ore 17.30 Sala Consiliare del Comune di Deruta - Piazza dei Consoli
immagine Inaugurazione Deruta Magia di un'arte 2013

Per conoscere il dettaglio degli eventi  clicca qui

Deruta si veste di ceramica - 31 Agosto ore 10.30 Deruta, Casa della Cultura e dell'Associazionismo
immagine Deruta si veste di ceramica

Per conoscere il dettaglio degli eventi clicca qui

Liceo Magnini IN...vetrina - 5 Settembre ore 10.00 Chiesa di Sant'Antonio
immagine Liceo Magnini IN...vetrina

Per conoscere il dettaglio degli eventi clicca qui

"La Ceramica MADE in Umbria" - 5 settembre ore 17.00 presso Museo Regionale della Ceramica di Deruta
immagine "La Ceramica MADE in Umbria"

Per conoscere il dettaglio degli eventi clicca qui

Pubblicato il programma definitivo

Scarica subito l'allegato o visita la sezione dedicata al programma.

Alle porte l'edizione 2013 - dal 30 agosto all'8 settembre

A breve il programma definitivo.

Magia di un'Arte: è la volta di Giorgio Albertazzi
immagine Magia di un'Arte: è la volta di Giorgio Albertazzi

E' stata una serata emozionante quella in compagnia di Giorgio Albertazzi e degli attori che hanno seguito in questi giorni la full immersion dell'attore toscano.

Albertazzi è stato premiato dal Sindaco con un piatto in ceramica dipinto a mano.

Successivamente gli attori che hanno partecipato allo stage, si sono esibiti in una prova di recitazione collettiva improvvisata.

Poi è stata la volta di Albertazzi che ha incantato i molti presenti con un monologo su Gabriele D'Annunzio, in una sorta di anteprima dello spettacolo che l'attore sta preparando in occasione del 150° anniversario della nascita del poeta.

Inaugurazione Mostra “La lampada di Pandora” in collaborazione con Liceo Artistico A. Magnini. - Casa della Cultura e dell’Associazionismo.
immagine Inaugurazione Mostra “La lampada di Pandora” in collaborazione con Liceo Artistico A. Magnini.

La mostra è il risultato di un' idea progettuale realizzata da alcuni studenti ,assistiti dal loro tutor, del "liceo Artistico Alpinolo Magnini" di Deruta, per essere amessi a partecipare alla sesta edizione del Premio Unioncamere "Scuola, Creatività e Innovazione, bandito da Unioncamere.

Il progetto riguarda l'ideazione e progettazione di forme geometriche anche composte per illuminare la coscienza. Gli alunni eterogenei per età e classe, attraverso la loro creatività, sono stati protagonisti della ricerca formale, decorativa, tecnica e di materiale anche relativa alla propria spiritualità.

"La finalità principe è stata quella di dare nuovi stimoli ai protagonisti del nostro territorio, impresa, scuola, enti locali, come missione progettuale per illuminare il buio che stiamo attraversando, con la scintilla che proviene dalla nostra scuola".

Straordinario concerto in Piazza dei Consoli
immagine Straordinario concerto in Piazza dei Consoli
Ieri sera come da programma si è tenuto il concerto di inaugurazione, anteprima Umbria Music Fest “C’era una volta... la maiolica” tenuto da Mauro Maur alla tromba e Francoise De Clossey al pianoforte.
 
Mauro Maur
Prima tromba all'Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma dal 1985 al 2010, si diploma giovanissimo a Trieste e nel 1975 supera il concorso d'ammissione al Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi dove si perfeziona con Pierre Thibaud. Ancora allievo del Conservatorio vince l'audizione per prima tromba all'Orchestra Nazionale di Tolosa (diretto da Michel Plasson), con la quale effettuerà tournée negli Stati Uniti, in Canada, Austria, Germania e Italia. Inizia in Francia, a 18 anni, ad essere richiesto come solista dai celebri organisti, da orchestre da camera, ad essere presente nei maggiori festival. Compie un ciclo di studi alla NorthWestern University di Chicago con A. Herseth, V. Cichowicz, A. Jacobs. (Fonte Wikipedia)
 
Francoise De Clossey
Nata a Montréal, Françoise de Clossey ha conseguito il diploma di concertista all’Università di Montréal sotto la direzione di Natalie Pepin, per poi perfezionarsi in musica contemporanea con la fondatrice del Nouvel Ensemble Moderne,Lorraine Vaillancourt.
Vincitrice del concorso di musica del Québec e quello del Canada, de Clossey si è esibita come solista in diversi festival internazionali tra i quali il Festival International de Montréal, Festival International de Menton, Festival de la Ville de Paris, London Promenades, I Concerti del Vaticano a Roma e Festival italiano de Munich. (wikipedia)
Al via l'edizione 2012
immagine Al via l'edizione 2012

Al via l'edizione 2012 di Deruta - Magia di un'Arte, scarica l'allegato e scopri subito il programma completo.

E’ terminata “Deruta magia di un’arte” - Rione Piazza vince il palio della brocca 2011 con 18 punti
immagine E’ terminata “Deruta magia di un’arte”

DERUTA – 60 tra decoratori e ceramisti impegnati in “fabbriche aperte” e in “artista per un giorno”, 30 i ragazzi della Consulta dei giovani, oltre 80 gli artisti provenienti da tutta Italia che hanno esposto le loro opere, una ventina i docenti, arrivati da tutto il territorio nazionale per il convegno su Girolamo da Diruta, organizzato da Carlo Segoloni. Due i fine settimana, quello del 2 e quello del 9 settembre e una trentina gli eventi, più un numero non quantificabile di turisti. Sono questi i dati della quarta edizione di “Deruta magia di un’arte”, che si è conclusa con l’assegnazione della brocca d’oro in palio al Rione Piazza, che ha vinto con 18 punti. Il secondo posto è stato aggiudicato dal Rione Borgo con 15 punti, seguito dal Rione della Valle con 7.

 

Oggi (domenica 11) c’è, infatti, stata la rievocazione storica del 1800 che già allora vedeva in competizione i tre rioni storici della Città, che rappresentano i diversi stili di decoro nella ceramica. In lizza, nel tiro alla fune, nella corsa delle brocche e nel corteo storico: “Il Borgo” che rappresenta il “Raffaellesco”, “La Piazza” che rappresenta il “Ricco Deruta” e “La Valle” con il suo “Arabesco”. L’ultima giornata, dei due fine settimana di Deruta Magia di un’arte, era cominciata presto, alle 9,30, con la colazione tradizionale in piazza dei Consoli, poi la corsa e quindi la sfilata. Tra le persone che hanno preso parte al corteo in costume, anche l’assessore al bilancio del comune di Passignano sul Trasimeno, Alessandro Moio, che sostiene con la sua presenza una sorta di gemellaggio, che ha la sua controparte nel Palio delle Barche, dove partecipa l’assessore alla cultura di Deruta, Laura Buco. Ed è proprio l’Amministratore che fa le prime considerazioni.

 

“Sono stati due fine settimana estremamente intensi – dice Laura Buco –, dove siamo riusciti ad unire la grande tradizione ceramista con grandi momenti culturali, non ultimi gli incontri con Fausto Bertinotti, Domenico Benedetto Valentini. Deruta si caratterizza sempre di più, quindi, per grandi eventi culturali, tipo il primo convegno dedicato a Girolamo da Diruta. Siamo estremamente soddisfatti e diamo appuntamento ad esperti, amatori e turisti della ceramica per il settembre 2012”. “Magia di un’arte – le fa eco il sindaco, Albaro Verbena – sta diventando sempre di più una ‘classic’ per il mondo della ceramica. Cultura, arte, dibattiti, presentazioni, concorsi, il tutto condito con una grande presenza di turisti. Ed è proprio il turista che a Deruta in questi giorni diventa artista per un giorno il nostro miglior biglietto da visita in giro per l’Italia. La soddisfazione – aggiunge – è per l’appunto quella di aver vissuto insieme questi momenti significativi che ci fanno guardare al futuro, alle prospettive del mondo della ceramica”.

 

Il Primo cittadino ha sottolineato appunto l’importanza di rilanciare un settore economico fondamentale per la Città e per la regione, attraverso una iniziativa come Magia di un’arte non è affatto facile. “Godiamoci però il successo di questi dieci giorni – ha detto Verbena – provando anche iniziative che, con l’ultimazione dei lavori del Centro storico e il potenziamento delle aree di parcheggio, ci permetteranno di accogliere sempre meglio i visitatori che vorranno venire nella nostra Città. Per altro – aggiunge – in un anno le persone che, per le diverse ragioni vengono a Deruta, sono già quantificate in 30 mila unità”. Verbena ha poi concluso dicendo che: “Lavoreremo affinché turismo, ambiente, cultura ed artigianato artistico siano i protagonisti delle prossime manifestazioni”.

 

 

Classifiche finali:

Palio della Brocca

Rione

Corsa della Brocca

Gara della tavola a piedi

Corsa con la tavola in bicicletta

Tiro alla fune

Totali

Classifica

Piazza

7

3

3

5

18

1

Borgo

2

5

5

3

15

2

Valle

4

1

1

1

7

3

 

Palio dei giovani

Rione

Corsa della Brocca

Corsa della tavola

Corsa dell’uovo

Totali

Classifica

Valle

5

1

6

12

1

Borgo

3

5

4

12

2

Piazza

1

3

2

6

3

 

Deruta magia di un’arte Il concerto d’organo dedicato a “Girolamo Diruta” - L’esibizione inserita nell’ambito del seminario “Girolamo Diruta e il suo tempo”
immagine Deruta magia di un’arte Il concerto d’organo dedicato a “Girolamo Diruta”

DERUTA – Le note del “Morettini”, organo del 1825, sono risuonate nella chiesa di San Nicola San Niccolò di Celle (Deruta). Alla tastiera il maestro Marco Ghirotti di Ravenna. In programma le diverse “Toccate” del grande compositore e organista, Girolamo Diruta più altri brani di maestri del suo tempo, stiamo parlando del XVI e XVII secolo. Il concerto, inserito nell’ambito del programma di Deruta magia di un’arte, fa da corollario al grande convegno “Girolamo Diruta e il suo tempo”. Due giornate di lavoro per argomentare, sviscerare, approfondire il valore del trattato “Il Transilvano” del grande artista derutese. Ai tempi in cui l’Ungheria era divisa in tre parti, i principi della Transilvania, nel loro orientamento artistico, stabilirono rapporti significativi con l’Italia. L’opera “Trattato” di Girolamo Diruta, proprio nella cornice di questi rapporti, occupa un posto eccellente. Il suo metodo di organo, più volte pubblicato, a cavallo tra i due secoli, ispirò tante opere teoriche divulgate a posteriori. Esempio è la casa editrice Barenreiter Verlag che pubblico un’edizione nel 1968.

 

Il Transilvano, però, fu pubblicato la prima volta a Venezia nel 1953 (fonte “Studia musicologoca”), ma questa prima edizione è una rarità. Una particolarità è che solo essa contiene la dedica del principe di Transilvania, Sigismondo Bàthory. Uno dei primi trattati (ai quei tempi qualche cosa fu pubblicato in Spagna e in Germania) dove si parla di tecnica, di suono, di diteggiatura e persino di come sedersi ed impostare le braccia quando ci si accingeva a suonare l’organo. I tasti in “bosso” ed “ebano” del Morettini da quattro ottave e mezzo, incastonato nella chiesa di San Niccolò di Celle, sono stati suonati da Marco Ghirotti che, oltre a suonare l’organo, è anche diplomato in clavicembalo e composizione presso il conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara.

 

L’altro concerto, sempre dedicato a Girolamo Diruta, è quello di sabato 10 settembre presso la chiesa di Sant’Antonio nel centro storico di Deruta. Questa volta però lo strumento principe sarà il clavicembalo, suonato dalla veronese Vania al Maso, titolare della cattedra di presso il conservatorio di musica “E.F. Dall’Abaco”. “Siamo felici per questa iniziativa – dice il sindaco di Deruta, Alvaro Verbena -, è la prima volta nella storia che si è deciso di dedicare una serie di incontri e concert a questo nostro grande e illustre concittadino”. Girolamo Diruta (Deruta, 1554 – dopo il 1610) è stato un compositore, organista e teorico musicale italiano. Fu famoso come insegnante per il suo trattato sul contrappunto e per la sua collaborazione allo sviluppo di una tecnica innovativa sugli strumenti a tastiera ed in particolare per l'organo.

Fausto Bertinotti ha presentato il suo nuovo libro “Chi comanda qui?”
immagine Fausto Bertinotti ha presentato il suo nuovo libro “Chi comanda qui?”

DERUTA – Non ha fatto sconti a nessuno Fausto Bertinotti, ex presidente della Camera dei deputati e leader storico della Sinistra italiana. A Deruta, nell’ambito di Magia di un’arte nel chiostro del Museo regionale della ceramica, ha presentato il suo nuovo libro: “Chi comanda qui?”. “Il testo – ha detto ad una platea assorta e rapita – è nato dopo aver tenuto cinque lezioni all’Università di Perugia. Sempre aule stracolme, 3 o 400 studenti. Questo mi ha spinto a scrivere e a trattare in modo diffuso e approfondito il tema della Costituzione italiane nel nostro tempo”. Bertinotti ha citato Franklin Delano Roosevelt, ha citato John Maynard Keynes, ha ricordato il miracolo del “new deal”, il piano di riforme economiche e sociali promosse dal presidente americano dopo la grande crisi del ’29. Ma non si è sottratto dal constatare che questi tempi, figli di un globalismo sfrenato e di un liberismo senza pari, hanno posto le basi per il fallimento di qualsiasi altro piano che, in una qualche maniera, possa somigliare a quello di quegli anni.

 

Fausto Bertinotti, rimproverato chi “dà per scontata la democrazia”. “La democrazia – ha sottolineato – è un processo lungo e lento da conquistare, i cui effetti sono quelli della realizzazione dell’eguaglianza tra le persone”. L’ex leader di Rifondazione comunista ha detto che: “Sono tempi in cui si vive una crisi drammatica della democrazia e il dramma è che a volte non ce ne rendiamo nemmeno conto”. Il presidente della Fondazione della Camera della XVI legislatura è convinto che ci si trovi dinnanzi ad un rovesciamento del paradigma della Carta Costituzionale. “Stiamo passando – ha detto – da un regime democratico ad uno oligarchico. Per usare una terminologia ‘gramsciana’ potremmo riassumere questo processo in quella che è la ‘rivoluzione passiva’. Cambia quasi tutto e la gente subisce invece che essere reattiva”. Bertinotti ha sottolineato che la ragione di questa rassegnazione va ricercata nel fatto che le persone si sentono sovrastate dal dominio del mercato e la sua relativa espansione su scala mondiale. “Di fronte a questo ampliamento – ha spiegato Fausto Bertinotti – il fatto più grave è che la politica ha disertato”. E’ stata, in buona sostanza, divorata da questo drago che è la globalizzazione intesa nell’accezione più negativa del globalismo. “Non è escluso – aggiunge – che abbia pensato anche di poterlo cavalcare ed è stata ignominiosamente disarcionata. E la gente è rimasta sola”.

Convegno “Girolamo da Diruta e il suo tempo” - 9 – 10 settembre 2011 ore 17 Chiesa di Sant’Antonio (Deruta)
immagine Convegno “Girolamo da Diruta e il suo tempo”

DERUTA – “Girolamo da Diruta e il suo tempo”, è questo il titolo di un seminario dedicato al grande organista compositore derutese, che si terrà venerdì 9 e sabato 10 settembre 2011, a partire dalle ore 17, presso la Chiesa di Sant’Antonio. L’iniziativa culturale, che rientra nell’ambito del cartello di “Deruta magia di un’arte”, è stata organizzata dal Comune in collaborazione con la Deputazione di Storia Patria per l’Umbria e la sezione di musicologia dell’Università di Perugia. Girolamo Diruta (Deruta, 1554 – dopo il 1610) è stato un compositore, organista e teorico musicale italiano. Fu famoso come insegnante per il suo trattato sul contrappunto e per la sua collaborazione allo sviluppo di una tecnica innovativa sugli strumenti a tastiera ed in particolare per l'organo. Molto poco si conosce sulla sua vita ad eccezione delle informazioni sugli anni della sua attività musicale.

 

Egli divenne un frate francescano nel 1574 ed si recò a Venezia nel 1580, dove incontrò Claudio Merulo, Gioseffo Zarlino e Costanzo Porta (anche lui francescano), e molto probabilmente studiò con ognuno di loro. Merulo menzionò Diruta in una lettera di raccomandazione, probabilmente degli anni ottanta del XVI secolo, ad uno dei suoi migliori allievi. Dal 1593 fu organista alla Cattedrale di Chioggia e dal 1609 a Gubbio. Nulla si sa di lui dopo il 1610, quando dedicò la prima parte del trattato Il transilvano a Bathory Zsigmond, principe di Transilvania e la seconda parte a Leonora Orsini Sforza, nipote del Granduca Ferdinando I de' Medici. Il più famoso lavoro di Diruta fu il trattato in due parti sulla esecuzione di musiche all'organo, intolato il Il transilvano; esso è nella forma di un dialogo con Istvan de Joìka, un diplomatico della Transilvania) in missione in Italia. Esso è uno dei primi trattati sull'argomento della differenziazione fra la tecnica dell'organo e quella di altri strumenti a tastiera.

 

Il trattato verte sulla diteggiatura per il suono dell'organo. Come contrappuntista, Diruta anticipò Fux nel descrivere le diverse specie di contrappunto: nota contro nota, due note contro una, quattro note contro una e così via. Al contrario di Fux egli definì un contrappunto meno rigoroso, specialmente nel campo dell'improvvisazione. Egli descrisse la pratica dell'organo contemporaneo nell'esecuzione, in particolare, delle toccate e delle fantasie di compositori come Merulo. Diruta incluse molte sue opere nel trattato ed esse sono molto didattiche nell'esemplificazione dei concetti esposti dall'estensore. Alcuni di questi lavori sono il primo esempio di studio. La sua città natale, appunto Deruta, in questa edizione di Magia di un'Arte vuole dedicare al suo illustre concittadino un Convegno nazionale in cui, grazie alla partecipazione di esperti ed illustri ospiti, si ripercorrerà la sua storia, la sua umanità e la sua grande personalità. Oltre al Convegno e collegati ad esso sono previsti spettacoli musicali e concertistici in vari punti della città.

Fausto Bertinotti presenta il suo nuovo libro “Chi comanda qui?” - Come e perché si è smarrito il senso della costituzione - Deruta giovedì 8 settembre 2011 ore 18,30 Museo regionale della ceramica
immagine Fausto Bertinotti presenta il suo nuovo libro “Chi comanda qui?”

DERUTA – 152 pagine, edito da Mondadori, il titolo prende a prestito una domanda di “Alice nel paese delle meraviglie”: “Chi comanda qui?”, con l’aggiunta di “…e perché si è smarrito il senso della costituzione…”. L’autore è Fausto Bertinotti! L’ex presidente della Camera e leader del Partito della Rifondazione comunista sarà a “Deruta magia di un’arte”, giovedì 8 settembre 2011 alle ore 18,30 presso il Museo regionale della ceramica, per presentare la sua ultima produzione letteraria. Si tratta di un saggio nato da una serie di conversazioni tenute sui banchi dell’Università di Perugia da una delle personalità più note e preparate sulla scena politica e culturale di oggi. Una riflessione, un approfondimento, un profondo lavoro di analisi sulla Costituzione e il suo senso, dall’anno della sua nascita, 1948 a oggi.

 

Le lezioni tenute durante il corso universitario sono diventate un’importante testimonianza storica e lavoro di ricerca. Forse, questo saggio, dovrebbe prendere posto anche sui banchi di suola oltre che sugli scaffali delle librerie. Leggere l’analisi di Bertinotti, anche alla luce dei recenti sconvolgimenti nel mondo della politica e del lavoro, costituisce un arricchimento personale, una chiave per ragionare sul mondo di oggi. Dal ruolo della Fiat alla sua crisi odierna, dal senso di democrazia, mercato, oligarchia. Capire la nostra storia, le parole che l’hanno scandita, gli articoli che l’hanno costruita, gli eventi attraverso i quali è stata creata. Un Costituzione, come scrive “lblog”, oggi calpestata, a causa un rovesciamento dei valori e di complesse dinamiche socioeconomiche ha hanno portato la democrazia a sottostare al mercato e non viceversa.

 

Fausto Bertinotti, 70 anni ha cominciato la sua carriera politica nel sindacato, divenendo poi uno dei più autorevoli leader della sinistra, alla guida per molti anni del Partito della Rifondazione Comunista, divenendone storico segretario nazionale per oltre un decennio. E’ stato presidente della Camera nell’ultimo governo Prodi e oggi è presidente della Fondazione della Camera della XVI legislatura. Le convinzioni politiche non hanno mai inficiato la sua attività culturale, che negli anni ha prodotto libri e approfondimenti. “Chi comanda qui” (Mondadori) è l’ultimo lavoro letterario in ordine di tempo. Fausto Bertinotti è anche direttore del bimestrale “Alternative per il socialismo”: rivista di approfondimento sociale e associazione culturale che tra i suoi collaboratori può vantare firme d’eccezione, come Mario Agostinelli, Lucia Annunziata, Stefano Rodotà, e tantissimi altri esponenti del mondo culturale e politico.

Deruta magia di un’arte “ARTE PER LA SOLIDARIETÀ”
immagine Deruta magia di un’arte “ARTE PER LA SOLIDARIETÀ”

DERUTA – Carmen Monotti di Deruta, Kujetim “Timi” Tureshi Albania, Claudia Ciotti di Cannara, Romano Ranieri di Torgiano e Walter Pittuello di Deruta, sono i vincitori della seconda edizione di “Arte per la solidarietà”. Le loro opere, per le quali hanno avuto un riconoscimento in denaro di 1400 euro, sono state presentate e premiate oggi pomeriggio (4 settembre 2011) nel chiostro del Museo regionale della ceramica a Deruta nell’ambito della rassegna Magia di un’arte. Due le “menzioni speciali”, gratificate con 150 euro ognuna, a Massimo Veschini e Pierluigi Monotti. Tutte le opere, rigorosamente dipinte a mano e su ceramica, avevano come tema i paesaggi con colori a pastello, tenui e rassicuranti.

 

I dipinti andranno a decorare le pareti dell’istituto di ematologia dell’ospedale Santa Maria della Misericordia. Alla manifestazione di premiazione erano presenti, fra gli altri, i professori Massimo Fabrizio Martelli e Brunangelo Falini. Veri e propri punti di riferimento mondiale nella ricerca per la lotta contro le malattie del sangue e la presidente del Lyons club di Deruta, Ada Girolamini. Il sindaco di Deruta, Alvaro Verbena, ha ricordato come “due anni fa si decise di organizzare una iniziativa di beneficenza in collaborazione con il Lyons. Tutto avvenne su proposta di un paziente che aveva ‘incontrato’ la ceramica e i suoi colori e li aveva fortemente sentiti come sollievo per le sue sofferenze”.

 

L’intervento introduttivo del Primo cittadino ha fatto da sponda a quello dell’assessore alla sanità della Regione Umbria, Franco Tomassoni. L’amministratore ha sottolineato “quanto sia importante il ruolo del volontariato e dell’associazionismo come concetto di sussidiarietà.” Tomassoni ha poi esaltato l’eccellenze dell’Umbria indicando come tale “anche e soprattutto la ricerca e segnatamente quella dei professori Martelli e Falini”. “La Regione Umbria - ha poi detto Tomassoni – deve puntare su tutto ciò che ha di migliore, compreso l’artigianato artistico di Deruta che, da sempre, è un biglietto da visita della nostra Terra nel mondo”.

 

Il professor Martelli, dal canto suo, ha rilevato quanto “orribili siano gli ospedali, quanto si infranga lì il concetto culturale dell’umanizzazione del percorso di cura dei pazienti”. Secondo lo scienziato, le opere realizzate dagli artisti aiuteranno molto la strada del recupero dei malati in cura nel reparto. Brunangelo Falini gli ha fatto eco: “Ospiteremo le opere – ha detto – nella speranza di valorizzarle. Aiutare la mente umana nella battaglia col destino – ha aggiunto – mi sembra molto importante”.

"Deruta, magia di un'arte" è cominciata

La Capitale della maiolica risplende della luce e dei colori della ceramica. In questi giorni più che mai! "Deruta, magia di un'arte", anno quarto, è stata inaugurata. Al taglio del nastro, oltre al sindaco della Città, Alvaro Verbena, sono intervenuti: Fabrizio Bracco, assessore regionale alla cultura e al turismo, Donatella Porzi, Assessore alla cultura della Provincia di Perugia e i due Sindaci di Perugia e Assisi, Wladimiro Boccali e Claudio Ricci. L'inaugurazione ha visto anche l'apertura di tre mostre: “Ceramiche in tavola – Rassegna di ceramica italiana contemporanea”; “Deruta fra tradizione e innovazione – L’arte della ceramica vista dai giovani” e “Arte per la solidarietà”. Ceramica in tavola, alla quale hanno partecipato di ottanta artisti provenienti dalla Liguria, Veneto, Toscana ed Umbria, si tiene presso “L’antica fornace”. Protagonisti sono gli oggetti di maiolica a servizio della mensa. La seconda mostra Deruta fra tradizione e innovazione – L’arte della ceramica vista dai giovani è, invece, un concorso. L’esposizione delle opere è ospitata all’interno del Museo regionale della ceramica, situato nel centro storico di Deruta. Hanno partecipato giovani “maestri”, le cui opere sono arrivate da tutta Italia e che hanno avuto come tema proprio il focus proposto da titolo della mostra.

 

Arte per la solidarietà, anche questa ospitata nel museo, è un concorso, e consiste nella realizzazione di cinque opere in ceramica, di grandi dimensioni, da collocare sulle pareti interne al reparto di oncoematologia presso l’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. L’evento, promosso dall’ex direttore del reparto, professor Massimo Martelli, è stato finanziato in piccola parte dal Comune e principalmente con fondi raccolti durante un’asta di beneficenza organizzata dal Lions club di Deruta. L’inaugurazione è cominciata con il saluto del Sindaco Alvaro Verbena, con la firma del libro degli ospiti presso la sala consiliare del comune. “L’impatto commerciale della ceramica d’autore, nonostante il momento di particolare crisi, è ancora positivo – ha dichiarato il Primo cittadino –. I mercati internazionali sono ancora alla ricerca della tradizione artistica dei laboratori della ceramica italiana e soprattutto di quella di Deruta.

 

I mercati, sia italiano sia internazionale, gradiscono moltissimo i nostri prodotti che si rinnovano continuamente e non solo nella tradizione, ma anche nella ricerca di individuare in qualche modo le nuove tendenze”. “Magia di un’arte è importante – ha concluso il Sindaco - perché mette al primo piano il connubio tra la tradizione e l’innovazione. In questo periodo noi discutiamo di ceramica, presentiamo mostre di giovani artisti, d’insigni maestri della ceramica a livello internazionale e soprattutto ricordiamo quella che è la nostra storia, la nostra origine rivolta al rilancio di un settore che attraverso l’innovazione della ricerca, ripartendo dalle basi culturali storiche della tradizione si possa ancora perpetuare ancora per molti secoli com’è già accaduto in passato”.

 

“La Regione dell’Umbria – ha detto l’assessore regionale, Fabrizio Bracco – è impegnata nella valorizzazione delle nostre tradizioni artigianali. Tant’è che nel trittico turismo, ambiente e cultura, per promuovere la nostra Terra nel mondo, abbiamo esteso anche il concetto dell’artigianato artistico. In futuro contiamo anche di ‘rimettere mano’ alla riorganizzazione del sistema artigianale nella quale l’artigianato artistico ricopre un ruolo chiave. E lo faremo, forse, anche rimettendo in discussione la legislazione specifica. Affrontando di petto formazione e innovazione”.

“Omaggio a Nino rota” nel centenario della nascita. Quartetto “La dolce vita”
immagine “Omaggio a Nino rota” nel centenario della nascita. Quartetto “La dolce vita”

DERUTA – L’anima magica e misteriosa di Giovanni Rota Rinaldi, in arte “Nino Rota”, è “scesa” ieri sera sul chiostro del Museo regionale della ceramica. In occasione di “Deruta magia di un’arte”, Comune e Associazione Derutaper” hanno calendarizzato, nel giorno dell’inaugurazione, il concerto del Quartetto “La dolce vita”. In programma le musiche, immortali, del grande compositore italiano. Emanuela Sinigaglia, al clarinetto, Michele Margaritelli all’oboe, Elisabetta Scappini al violino e Carlo Segoloni al pianoforte (tutti di Deruta), hanno proposto: Pin Penin da il “Casanova”; Tango da “I Clowns”; Elegia per oboe e pianoforte; Sonata per clarinetto e pianoforte e, in chiusura, “Nino rota’s suite”, tanti temi tratti dalle colonne sonore dei film che il pianista compositore milanese ha musicato nella sua vita. Quest’anno ricorrono i cento anni dalla nascita di Nino Rota. Nato da una famiglia di musicisti, comincia a studiare pianoforte con la madre, la pianista Ernesta Rinaldi e all'età di otto anni inizia a comporre. Nel 1926 Nino Rota scrive Il Principe Porcaro, un'operina per ragazzi ispirata a una fiaba di Hans Christian Andersen.

 

Tre quarti d'ora di una musica che, considerata l'età del compositore, è giudicata dai critici già matura, senza sbavature, intensa e al tempo stesso ironica. Poi Nino Rota studia privatamente con Alfredo Casella a Roma, conseguendo il diploma in composizione musicale al Conservatorio di Santa Cecilia nel 1930. Nel 1930 si reca negli Stati Uniti, e vi rimane due anni, per alcuni corsi di perfezionamento vincendo una borsa di studio a Filadelfia. Torna in patria per laurearsi in lettere all'Università degli studi di Milano con una tesi dedicata al compositore Gioseffo Zarlino. Dopo aver realizzato il suo primo accompagnamento musicale per il film Zazà di Renato Castellani nel 1944, incontra, in seguito, Federico Fellini impegnato a produrre Lo sceicco bianco. Da allora tra i due artisti s’instaura un'amicizia lunga trent'anni e una collaborazione per numerosi film.

 

Nel 1972 compose le musiche del film Il padrino, Due anni dopo, però, riuscì a vincere l'ambito premio con le musiche del film Il padrino - Parte II. Nel 1977 vince il David di Donatello per il miglior musicista per il film Il Casanova di Federico Fellini. Dall'inizio della sua carriera come compositore di colonne sonore però non smette di comporre musica per orchestra, da camera e vocale, oltre a numerose opere liriche (la più celebre delle quali è sicuramente "Il cappello di paglia di Firenze") e permettendosi addirittura qualche incursione nella mondo della televisione (vedi ad esempio le musiche per lo sceneggiato "Il giornalino di Gian Burrasca"). Il compositore muore poco dopo la fine delle registrazioni della sua ultima colonna sonora per Fellini, Prova d'orchestra.

Premiazione del concorso “Deruta tra tradizione e innovazione”
immagine Premiazione del concorso  “Deruta tra tradizione e innovazione”

DERUTA – Marina Macini, classe 1982 perugina, ha vinto il concorso “Deruta tra tradizione e innovazione”, organizzato nell’ambito di Magia di un’arte. La premiazione, con un “assegno simbolico” firmato comunque dal sindaco, Alvaro Verbena, è avvenuta nel chiostro del Museo regionale della ceramica. Mancini ha vinto con un’opera realizzata in ceramica “raku”, antica tecnica giapponese. I materiali utilizzati sono stati: argilla refrattaria e uno smalto bianco craquelle.

 

Questo per la ciotola, mentre per il piatto la giovane ceramista ha utilizzato uno smalto madreperla color oro. Al secondo posto Lorenzo Montagnoli di Assisi con l’opera “Solitudine”, una sorta di ponte tra antico e moderno, tra culture e stili diversi. Fabio Ficola, di Gubbio, si è piazzato al terzo posto con l’opera “Conte”. Un cultura in terracotta ingobbiata e realizzata con la tecnica del “lucignolo” e del “colombino”. La giuria, presieduta dalla professoressa Laura Teza, dicente di storia dell’arte presso l’Università di Perugia, ha inteso assegnare anche le “menzioni speciali” a coloro che, pur non salendo sul “podio”, si sono, pero’, contraddistinti per creatività e perizia tecnica.

 

I premiati sono: Iva Boccali, Letizia Cassetta, Katia Pellegrini, Alessandro Rossi e Luisa Scarpelloni. Riconoscimenti sono andati, però, a tutti i giovani che hanno partecipato: Sara Alunni, Giorgio Barcaccia, Leonard Beltram Quintero, Valentina Boco, Alfredo Calasso, Anastasia Candini, Nicolas Carletti, Danilo Fastellini, Francesca Graziano, Eleonora Mancini, Marianna Mercante, Francesca Minciaroni, Miriam Montani, Alessia Muia, Francesca Paiano, Andrea Saponaro, Ilaria Serafino, Martina Taurino, Alessandra Tomassini e Francesca Vagnucci.

 

Il concorso Deruta tra tradizione e innovazione - l’arte della ceramica vista dai giovani, giunto alla seconda edizione, ha riscosso un buon successo – ha detto Luca Nulli Sargenti, ufficio di presidenza della Consulta comunale dei giovani di Deruta –. Al concorso hanno partecipato circa 30 artisti, tutti di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

 

La mostra si è distinta in due diverse tipologie: da un lato coloro che perseguono la tradizione e dall’altro quelli che inseguono l’innovazione. I pezzi sono stati giudicati e analizzati da una giuria di specialisti che si è occupata di decretare i vincitori e redigere delle ‘menzioni speciali’, da assegnare durante la premiazione del concorso. Tutte le opere hanno avuto come tema il focus proposto da titolo della mostra. Alcune opere saranno vendute durante l’Asta per la solidarietà, che si terrà giovedì 8 settembre 2011 alle 19.30. Iniziativa questa organizzata in collaborazione con il Lyons Club di Deruta. Deruta tra tradizione e innovazione è stata organizzata in collaborazione con la Consulta dei giovani del Comune, che l’ha proposta e promossa.

LE MOSTRE DI DERUTA MAGIA DI UN’ARTE - le mostre: “CERAMICA IN TAVOLA” “DERUTA TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE” “ARTE PER LA SOLIDARIETA’” Inaugurazione venerdì 2 settembre
immagine LE MOSTRE DI DERUTA MAGIA DI UN’ARTE

DERUTA – Tre sono le mostre che saranno inaugurate, nell’ambito di “Deruta Magia di un’arte”, venerdì 2 settembre 2011 alle ore 19. Si tratta di: “Ceramiche in tavola – Rassegna di ceramica italiana contemporanea”; “Deruta tra tradizione e innovazione – L’arte della ceramica vista dai giovani” e “Arte per la solidarietà”. Ceramiche in tavola, che ripropone la mostra allestita nel maggio scorso a Siena nell'ambito della “Festa dell'Antica Arte dei Vasai”, prevede la partecipazione di ottanta artisti provenienti dalla Liguria, Veneto, Toscana ed Umbria.

Tema dell’esposizione, che si terrà presso “L’antica fornace”, saranno gli oggetti di ceramica a servizio della mensa. Si immaginino gli odori, i suoni, gli oggetti, gli arnesi e gli argomenti che risuonavano nelle vie di Deruta, al tempo delle produzioni di piatti, di scodelle, di brocche e di vasi che in continuazione erano sfornati dalle fornaci…E dalle fornaci, alle tavole dei signori, dei religiosi, dei mercanti, degli artigiani e della gente comune. Ceramica in tavola però è di più! Sì, perché è anche un vero scambio - incontro di cultura artistica tra Deruta e Siena. Grazia Ranocchia, assessore alle attività produttive del comune di Deruta, il 20 maggio scorso ha partecipato a Ceramica in tavola nella Città del Palio dice: “Il nostro spazio si chiamerà ‘Deruta d’emblée’”.

“E’ un momento significativo di confronto – aggiunge -, sulla creativita’, l’innovazione e i diversi momenti interpretativi di ceramisti ed artisti”. Deruta tra tradizione e innovazione – L’arte della ceramica vista dai giovani è, invece, un concorso che è giunto alla sua seconda edizione. Hanno partecipato giovani “maestri”, le cui opere sono arrivate da tutta Italia e che hanno avuto come tema proprio il focus proposto da titolo della mostra. “Quest’anno – spiega Laura Buco, assessore alla cultura e al turismo del comune di Deruta – hanno partecipato al concorso 27 opere. Gli artisti sono tutti ragazzi e ragazze di età compresa tra i 18 e i 35 anni”. La premiazione del concorso avverrà il giorno dopo, sabato 3 settembre alle ore 17, presso il Museo regionale della ceramica.

“Ai primi tre classificati – aggiunge Laura Buco – saranno consegnati dei ‘finti assegni’ firmati dal sindaco Alvaro Verbena. Alcune menzioni speciali, invece, per chi si sarà contraddistinto, pur non rientrando tra i primi tre e poi premi di partecipazione per tutti”. Alcune opere saranno vendute durante l’Asta per la solidarietà, che si terrà giovedì 8 settembre 2011 alle 19.30. Iniziativa questa organizzata in collaborazione con il Lyons Club di Deruta. Deruta tra tradizione e innovazione è stata organizzata in collaborazione con la Consulta dei giovani del Comune, che l’ha proposta e promossa.. “Arte per la solidarieta’” è un concorso, e consiste nella realizzazione di cinque opere in ceramica, di grandi dimensioni, da collocare sulle pareti interne al reparto di Ematologia presso l’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. L’evento, promosso dall’ex direttore del reparto, professor Massimo Martelli, sarà finanziato in piccola parte dal Comune e principalmente con dai fondi raccolti durante un’asta di beneficenza organizzata dal Lions club di Deruta.

Gli autori delle cinque opere prescelte riceveranno un premio in denaro pari a 1400 euro, oltre ad avere la soddisfazione di promuovere se stessi, l’arte derutese e di abbellire un reparto di un struttura ospedaliera tra le più apprezzate al mondo. Le opere realizzate, insieme a tutti i bozzetti originali, saranno esposte all’interno dei locali del museo per tutta la durata della manifestazione. All’inaugurazione di Deruta magia di un’arte e delle relative mostre, venerdì 2 settembre 2011 alle ore 18 oltre alle Autorità comunali, interverranno: l'assessore regionale alla cultura e turismo, Fabrizio Bracco, il Sindaco di Perugia Wladimiro Boccali e quello di Assisi Claudio Ricci.

Deruta magia di un'arte 2011 - il comunicato stampa ufficiale - Si comincia venerdì 2 settembre 2011
immagine Deruta magia di un'arte 2011 - il comunicato stampa ufficiale

DERUTA – Fabbriche e laboratori aperti ai turisti che vorranno mettersi alla prova col tornio, con la decorazione, con il colaggio e con tutte quelle tecniche che costituiscono le quattordici fasi del ciclo di produzione della ceramica. E’ questo il presupposto ideologico cui si ispira la quinta edizione di “Deruta magia di un’arte”. Nove giorni, dal 2 all’11 di settembre prossimi, dedicati alla grande tradizione dell’artigianato artistico derutese. 108 sono i laboratori di ceramica artistica ancora attivi che, insieme a quelli che producono il semilavorato, raggiungono quota 220.

 

Deruta Magia di un’arte sarà, quindi, un caleidoscopio di appuntamenti, declinato attraverso un programma ricco di arte, cultura, musica e spettacolo, all’interno di mostre, convegni e percorsi laboratoriali e turistici. L’obiettivo è quello di far arrivare a Deruta quanti più turisti possibile, affinché vivano personalmente la magica esperienza di realizzare una piccola opera di ceramica. “A lavoro ultimato per altro – spiega Grazia Ranocchia, assessore alle attività produttive -, chi parteciperà potrà portarsi a casa ciò che avrà realizzato con l’aiuto dei maestri ceramisti”.

 

Nel sito internet www.derutamagiadiunarte.it, c’è l’elenco delle fabbriche che hanno aderito all’iniziativa più la scheda di adesione, con la quale il turista potrà scegliere in quale specialità cimentarsi. Per richiamare i turisti inoltre, ogni artigiano o commerciante potrà invitare i propri amici, conoscenti e appassionati di ceramica a partecipare all'iniziativa.

 

“Deruta magia di un'arte - spiega il Sindaco, Alvaro Verbena - è un grande contenitore di iniziative legate alla cultura, all'arte, alla musica e allo spettacolo in cui gli Artigiani ceramisti derutesi, artisti nazionali ed internazionali, studiosi ed esperti del mondo della cultura e dello spettacolo, si incontrano, si confrontano ed animano il suggestivo e caratteristico centro storico della città trasformando Deruta in un centro internazionale di confronto tra arte ed artigianato, tra tradizione ed innovazione e tra storia e cultura”.

 

“Definire Magia di un’arte – aggiunge Verbena - significa individuare e riconoscere l’essenza stessa dell’identità e del senso di appartenenza alla Città di Deruta e alla sua tradizione artigiana ed artistica espressione autentica del ‘Made in Italy’ nel mondo”. Magia di un'arte, proprio in virtù del coinvolgimento dell’intero territorio, vuol essere il simbolo del rilancio e l'inizio di una nuova era per Deruta e per l'intero settore della ceramica di qualità.

 

“Quest’anno – gli fa eco Laura Buco, assessore alla cultura e turismo – abbiamo voluto unire la grande tradizione della ceramica con un grande personaggio che ha fatto la storia, Girolamo Diruta, organista compositore vissuto a cavallo tra il sedicesimo e il diciassettesimo secolo e conosciuto in tutto il mondo”. Si comincia il venerdì 2 settembre 2011 alle 10 con l’apertura dei laboratori ceramici. Dopo il saluto del Sindaco, alle 18,30 l’inaugurazione vera e propria della quinta edizione di Deruta magia di un’arte.

 

A seguire, il taglio del nastro di tre degli appuntamenti più importanti della kermesse: “Ceramica in tavola”, rassegna di ceramica italiana contemporanea; “Deruta tra tradizione e innovazione”, l’arte della ceramica vista dai giovani e “Arte per la solidarietà”, con bozzetti di arredo dell’Istituto di oncoematologia dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia.

 

Sabato 3, sullo sfondo di una città interamente coinvolta da Magia di un’arte, dal mattino alla sera si terranno diverse iniziative. Centrali saranno sempre le aperture delle mostre, cui si aggiunge la premiazione del concorso Deruta tra tradizione e innovazione – L’arte della ceramica vista dai giovani. Domenica 4 settembre 2011 alle 17, Arte per la solidarietà con la presentazione delle opere realizzate per l’arredo dell’Istituto di oncoematologia del Santa Maria della Misericordia, diretto dal professor, Brunangelo Falini e organizzato in collaborazione con il Lyons Club di Deruta. Giovedì 8 alle 18,30, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia,

 

Fausto Bertinotti, ex presidente della Camera dei deputati, presenterà il suo libro: “Chi comanda qui? Come e perché si è smarrito il senso della costituzione”. L’incontro sarà coordinato dal giornalista, Gianluigi Basiglietti. Alle 19,30 l’Asta per la solidarietà con le opere realizzate nelle estemporanee. Venerdì 9, alle 17,30 nella Chiesa di Sant’Antonio, il convegno di studi “Girolamo Diruta e il suo tempo”, organizzato in collaborazione con la Deputazione di Storia Patria per l’Umbria e l’Università di Perugia.

 

Il seminario proseguirà anche nella mattinata di sabato 10. Giorno in cui – alle 12,30 sempre nello stesso luogo di culto - si terrà in concerto di chiusura della clavicembalista, Vania Dal Maso. Sempre sabato 10 settembre, ma alle 17, la conferenza di presentazione della tesi di laurea magistrale in Storia dell’Arte: “Le edicole votive nel territorio di Deruta, a cura della dottoressa, Erika Peducci.

 

Alle 18,30, infine, il senatore Domenico Bendetti Valentini, Presidente della Commissione affari costituzionali del Senato, parlerà ai giovani su “Riforma Costituzionale: lo stato dell’Arte”. Domenica 11 settembre, a partire dalle 9 del mattino, sarà la giornata dei Rioni: la Piazza; la Valle e il Borgo. Si comincerà con la “Corsa delle brocche”, che si inserisce all'interno di una rievocazione storica molto suggestiva e fortemente radicata nella cultura popolare locale e nel senso di identità e di appartenenza al territorio di Deruta, alla sua cultura e alla sua storia. A seguire la Sfilata dei Rioni in costume d’epoca e, per chiudere, la tradizionale cena dell’800.

Bookmark and Share

E' pronta la pagina di Facebook di Deruta Magia di un'arte

ON LINE "SCHEDA DI PARTECIPAZIONE FABBRICHE APERTE"

Scarica subito la scheda per partecipare all'iniziativa "Fabbriche aperte"

Mostra estemporanea - Hobby Ceramic Show - Domenica 21 agosto 2011 dalle ore 10.00 alle 19.00
immagine Mostra estemporanea - Hobby Ceramic Show

Domenica 21 agosto 2011, dalle ore 10.00 alle 19.00,
si svolgerà a Deruta la seconda edizione dell' Estemporanea di Pittura, quest’anno avente titolo “Deruta e i paesaggi umbri” interessante evento di pittura en plein air ideato da Mondo Ceramica in collaborazione con il Comitato del Rione Valle, in occasione dell’evento Hobby Ceramic Show “La Valle in Ceramica”.
Una location perfetta, visto la presenza di vicoli, scalette, laboratori, panoramiche... ,che sono da sempre la meta di turisti, amanti dell’arte, artigiani che frequentano Deruta da secoli.
Per la seconda volta lo storico borgo Valle potrà essere fonte di ispirazione per artisti che vorranno cimentarsi in questa competizione di pittura estemporanea.
Tutti gli artisti partecipanti saranno invitati a presentarsi nel luogo con tele, album, fogli o supporti pronti per essere dipinti nell'arco della giornata.
Dalle ore 9.00 alle 11.00 avrà luogo il rito della "timbratura" delle tele bianche o dei fogli, segno indelebile dell'estemporaneità del gesto pittorico che verrà successivamente compiuto. I lavori dovranno essere riconsegnati entro le ore 18:30. Poco dopo la riconsegna, avrà luogo la riunione del comitato di giuria e si terrà la premiazione delle migliori tele nella piazza Cavour.
L' "Estemporanea di pittura" è organizzata dal comitato Valle in Ceramica all’interno della manifestazione Hobby Ceramic Show, manifestazione organizzata con il patrocinio del Comune di Deruta e della Pro Loco di Deruta.
L'intento condiviso dagli organizzatori dell’evento è quello di mantenere viva la memoria della tradizione pittorica del paesaggio di Deruta, e vederla sotto aspetti non solo “cera mistici” ma con espressioni altrettanto suggestive e affascinanti dei pittori di belle arti.
·  Il costo dell’iscrizione all’estemporanea è di € 15,00
·  Al momento della timbratura della tela il pittore riceverà un pasto con bevanda da portarsi dietro compreso nel costo d’iscrizione.
·  Al momento della riconsegna del lavoro il pittore riceverà una tessera sconto del 10% per l’acquisto di prodotti di Belle Arti, colori, pennelli, tele, accessori… presso il negozio specializzato Mondo Ceramica
·  I primi 20 iscritti al momento della timbratura riceveranno un kit omaggio di pennelli e/o colori offerti
dal negozio Mondo Ceramica.

PER INFORMAZIONI: MAURO 335 77 34 256 Oppure visitare il sito www.mondoceramica.it

Le Mostre di “MAGIA DI UN'ARTE”
immagine Le Mostre di “MAGIA DI UN'ARTE”

Tre sono gli eventi di spicco di Magia di un'Arte 2011.

“Deruta tra tradizione e innovazione”
l'Arte della Ceramica vista dai giovani. Indirizzata ai giovani artisti under 35 si tratta di un concorso curato e organizzato dal Comune di Dertua e dalla Consulta dei Giovani.

“Arte per la solidarietà”
Promossa dall'ex direttore del Reparto di Ematologia Prof. Martelli, l'Associazione “Deruta per...”  in collaborazione con il Lions Club  Deruta e con il patrocinio del Comune di Deruta, indice il concorso “Arte per la Solidarietà”. Il concorso consiste nella realizzazione di cinque opere in ceramica di grandi dimensioni, da collocare sulle pareti all'interno del Reparto di Ematologia presso l'Ospedale S. Maria della Misericordia di Perugia. Sulla base di bozzetti realizzati su cartoncino e presentati in forma anonima, una giuria selezionerà i migliri che verranno commissionati ai vari artisti. Le opere realizzate, insieme a tutti i bozzetti originali, saranno esposti all'interno dei locali del museo per tutta la durata della manifestazione ed oltre, con una inaugurazione a cui verrà data ampia risonanza anche in considerazione dell'importanza simbolica di tutto l'evento. Nella fase finale, la giuria selezionerà i cinque pannelli ritenuti idonei che andranno a decorare le pareti di uno dei reparti più prestigiosi e conosciuti a livello internazionale della struttura ospedaliera di Perugia. Gli autori delle cinque opere prescelte riceveranno un premio in denaro pari ad € 1.400,00 (€ millequattrocento//00), oltre ad avere la grande soddisfazione di promuovere se stessi, l'arte derutese e di abbellire un reparto di una struttura ospedaliera tra le più apprezzate susciando emozioni in un contesto di utilità sociale.

Per aderire www.panelligroup.info/artesolidale

“Ceramica in Tavola”
Il Centro espositivo “L'Antica Fornace Grazia” ospiterà per tutto il periodo della manifestazione con durata fino al 30 settembre “Ceramica in Tavola”. Oltre 60 ceramisti provenienti da varie parti d'Italia presenteranno un loro elaborato sul tema della tavola. La mostra, già esposta nella citàà di Siena, è un momento significativo di confronto sulla creatività, l'innovazione e i diversi momenti interpretativi di ceramisti ed artisti conosciuti di varia provenienza. Tutti gli artigiani ed artisti di Deruta sono invitati ad arricchire la mostra con le proprie opere proponendo lavori attinenti al tema della mostra. Il catalogo della mostra sarà arricchito dalle nuove creazioni dei brillanti ceramisti ed artisti di Deruta.

Fabbriche aperte - Un laboratorio esteso a tutto il territorio
immagine Fabbriche aperte

Gli artigiani di Deruta hanno aderito entusiasticamente all'idea di estendere le iniziative di “Magia di un'Arte” a tutto il territorio di Deruta ed in particolare al fatto di coinvolgere le aziende, i laboratori e i negozi presenti nel paese per l'accoglienza dei turisti che vorranno sperimentare l'arte della ceramica.
Pertanto in questi giorni è stata inviata una scheda di adesione che l'azienda, il laboratorio, il negozio, dovrà sottoporre al turista che visiterà le nostre botteghe, i nostri alberghi, i nostri ristoranti, i bar ed i negozi di ogni categoria merceologica. Nella scheda è specificato ogni tipo di attività che il turista può e potrà trovare a Deruta e che sarà offerta dagli artigiani gratuitamente: foggiatura al tornio, prove di colaggio, decorazione, scultura, ecc.
Per richiamare quanti più turisti possibili nella nostra città ogni artigiano e/o commerciante potrà comunque invitare i propri amici, conoscenti e appassionati di ceramica a partecipare all'iniziativa. Prossimamente, sarà pubblicato un depliant che sarà distribuito in tutte le strutture ricettive della regionae che conterrà, oltre alla descrizione dell'evento, la mappatura delle aziende che apriranno le loro porte agli “apprendisti ceramisti”.


Tutte le attività e le aziende interessate possono comunicare la propria adesione all'indirizzo e-mail: commercio@comune.deruta.pg.it

 

AZIENDA CHE ADERISCONO A “FABBRICHE APERTE”

1) Sambuco Mario & C. snc
Ceramiche d'arte di Deruta - Made in Italy
Via della Tecnica
06053 Deruta (PG)
Tel. +39 075.9711625 - Fax +39 075.9711750
www.sambuco.it  - lucio@sambuco.it


2) Veschini Agostino Creazioni maioliche 
Via Matteotti, 11/a
06053 Deruta (PG)
Tel. +39 075.9710517 - Fax +39 075.8086629
www.veschiniagostinoceramiche.com
creazionimaioliche@libero.it


3) L'Antica Deruta s.n.c.
SS E/45 Km. 73,800
06053 Deruta (PG)
Tel. +39 075.9711171 - Fax +39 075.9711023
info@anticaderuta.com
www.anticaderuta.com

4) Maioliche Rolando e Goffredo Nulli
Via Tiberina 142,
06053 Deruta (PG)
Tel. e Fax +39 075.972384 
info@maiolichenulli.com
www.maiolichenulli.com - lucanulli@alice.it

5) Ceramiche d'Arte Vecchia Deruta
di Francesca Niccacci
Via Tiberina Nord (Loc. Molinella)
06053 Deruta (PG)
Tel. e Fax: +39 075.9710064
www.vecchiaderuta.it - info@vecchiaderuta.it

6) MOD Maioliche Originali Deruta
Via Tiberina Sud, 330
06053 Deruta (PG)
Tel. +39 075.9711576
www.derutaitaly.com/it

7) Maioliche Fanny snc
Piazza dei Consoli,11
06053 Deruta (PG)
Tel. +39 075.9724116
fanny.deruta@alice.it

8) Ceramiche Chiucchiù Patrizio
Via G. Salvemini
06053 Deruta (PG)
Tel. e Fax: +39 075.9710747
www.ceramichechiucchiu.com

9) Maioliche Fidia
Fabbrica: Via Vincioli, 13
ShowRoom: Piazza dei Consoli, 25
06053 Deruta (PG)
Tel. +39 075.972121 - +39 075.971131
fidia@fidiaderuta.com
www.fidiaderuta.com - www.deruta.info

10) Paolo Ceramiche di Preziotti Paolo
Via Tiberina sud, 285/291
06053 Deruta (PG)
Tel. e Fax +39 075.9710220
www.paoloderuta.it - paoloderuta@libero.it

In ricordo di GIROLAMO DIRUTA - 9-10 settembre
immagine In ricordo di GIROLAMO DIRUTA

Il Comune di Deruta con il Patrocinio della Deputazione di Storia Patria per l'Umbria presenta: “Girolamo Diruta e il suo tempo”.
La figura dell'organista e teorico derutese nella scuola italiana del XVI e XVII secolo.
Convegno di Studi Oratorio di S. Antonio
Deruta, 9-10 Settembre 2011
con gli interventi di: Renato Meucci, Arturo Sacchetti, Biancamaria Brumana, Saverio Franchi, Galliano Ciliberti, Carlo Segoloni, Stefania Zucchini, Vania Dal Maso, Giulio Busti.
Comitato scientifico: Attilio Bartoli Langeli, Arturo Sacchetti, Renato Meucci, Biancamaria Brumana.

Il Comune di Deruta promuove, nell'ambito della manifestazione “Magia di un'Arte” edizione 2011, un convegno di studi volto a valorizzare e a studiare la figura del grande musicista Girolamo Diruta, per la prima volta ricordato nel luogo di nascita. Trattatista e organista rinascimentale (Deruta, 1550 – dopo il 1613), Diruta è un personaggio di fondamentale importanza per la prassi esecutiva, per lo studio del contrappunto e della musica per strumenti a tastiera di quel periodo. Appartenenva alla famiglia Mancini di deruta ma, seguendo il costume monastico, sostituì al cognome il luogo di proveninza. L'epoca della sua nascita fa supporre che sia stato figlio o nipote del maestro ceramista Giacomo Manconi, conosciuto con lo pseudomino di “El Frate” che ha firmato i più grandi capolavori nel periodo di maggior fioritura della ceramica derutese.
Il convegno è destinato primariamente a studiosi, organisti, musicisti e cultori di musica antica ma l'impostazione che si vuole dare è anche quella della partecipazione collettiva: stimolare l'interessamento e suscitare il desiderio di far conoscere ai derutesi l'importanza del più illustre figlio che questo paese abbia mai avuto. La presenza di musicisti e studiosi di prim'ordine è di per se garanzia dell'altissimo livello della manifestazione che vuole porsi tra gli eventi culturali di maggior rilievo nel panorama musicale nazionale.

Concerti previsti:

Venerdì 9 settembre Ore 21.30 Concerto d'Organo del M° Marco Ghirotti (organista) presso la Chiesa Parrocchiale di San Nicolò di Celle.

Sabato 10 settembre ore 12,30 Concerto di chiusura del M° Vania Dal Maso (clavicembalista), presso la Chiesa di Sant'Antonio - Piazza Benincasa.